Pedagogia Postmoderna

Pedagogia Postmoderna

Franco Cambi nel testo “Innovazione/tradizione” contenuto nel volume “La didattica del futuro” fissa un decalogo pedagogico che appare come una traccia a cui ispirarsi per educare i  nuovi studenti ad una consapevolezza critica e riflessiva:

  1. Riconoscere e saper utilizzare i linguaggi: espressivi, scientifici e riflessivi.

  2. Coltivare la multidimensionalità della mente, favorire le diverse intelligenze in modo che ciascuno possa essere valorizzato.

  3. Imparare ad imparare. La crescita esponenziale e la rapida obsolescenza delle conoscenze richiede di imparare lungo tutto l’arco della vita, appare fondamentale la meta-conoscenza.

  4.  Favorire la ricerca e l’approccio riflessivo.

  5. Coltivare la cura di sè, la capacità di strutturarsi attraverso la cultura.

  6. Unire professionalità e riflessività.

  7. Sviluppare la competenza tecnica e critica dei media, l’analisi e la capacità di riconoscerne potenzialità e rischi.

  8. Sviluppare la scuola delle conoscenze/competenze/riflessività attraverso progettazione e autoverifica.

  9. Formare docenti legati alla ricerca-azione, alla progettazione, alla programmazione alla verifica. I nuovi docenti devono saper sviluppare gestire correggere e variare curricoli complessi. Devono saper trasmettere e formare.

  10. Innovazione e tradizione devono compensarsi a vicenda, la scuola deve bilanciare la cultura dell’innovazione mediatica e quella formale.

La didattica del futuro. Alessandra Anichini

 

Anichini, A. (Ed.). (2012). La didattica del futuro. Pearson. sintesi pag. 18-22

Tratto dall’elaborato “La comunicazione Formativa”

Lascia un commento