Disortografia alle medie – dott.ssa Viviana Vinci – MetaDidattica – imparare æ insegnare

Immagino che qualcuno possa pensare che, permettendo questo, si aiuti troppo l’alunno “Cosi non vale, in questo modo sono tutti capaci” questa è una frase che spesso ho sentito pronunciare dentro e fuori la scuola. Vi confesso che ai tempi dell’università questo pensiero ha attraversato anche la mia testa; poi però, ad uno dei tanti convegni che si tengono sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento, ho sentito cosa diceva Luca Grandi Responsabile del Centro Ricerca Anastasis a proposito degli strumenti compensativi.  Al di là del contesto scolastico, tutti noi utilizziamo strumenti compensativi; il passeggino, la lavatrice, il navigatore, la macchina, le scarpe, gli occhiali sono tutti strumenti compensativi. Lo strumento compensativo è appunto uno strumento che ci aiuta ad aumentare e rendere più facilmente esprimibile un nostro potenziale. Non esistono quindi strumenti compensativi che aiutano troppo; uno strumento compensativo che è efficace è semplicemente efficace. Pensiamo alla lavatrice… Non è che a metà del lavaggio tiriamo fuori i panni perché pensiamo che altrimenti ci aiuterebbe troppo…

via Disortografia alle medie – dott.ssa Viviana Vinci – MetaDidattica – imparare æ insegnare.

disortografia

Precedente Le diagnosi dei privati Successivo Il Progetto | diario-online